Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Erbicida potenzialmente cancerogeno, ma in Europa si può ancora usare.

Non si è trovato l’accordo tra i Paesi UE sulla proroga nell’uso legale del glifosato: la riunione del comitato che oggi avrebbe dovuto esprimersi su una proposta di estensione della licenza dell'erbicida al massimo tra i 5 e i 7 anni si è conclusa con un nulla di fatto, a causa della mancanza della maggioranza necessaria per ratificare una decisione.

Alla base del fallimento c’è sostanzialmente la richiesta da parte di vari Paesi di ulteriore tempo per avere i pareri dei rispettivi Governi. Un gioco al rinvio.

Tra pochi giorni ci si riprova, ma per passare una proposta deve raccogliere almeno il 55% dei pareri favorevoli degli Stati corrispondenti ad almeno il 65% della popolazione UE.

L’Italia, assieme a Francia, Austria e Belgio, guida l’opposizione ad un rinnovo che si vorrebbe di 10 anni.: il glifosato, già di per sé stra-utilizzato da decenni, è ritenuta dall’OMS una sostanza “probabilmente cancerogena, tesi che si scontra con il parere opposto dell’Agenzia UE sulla Sicurezza Alimentare, che ritiene l’erbicida compatibile con la salute umana.

Il Parlamento Europeo, sulla base del principio di precauzione, vorrebbe che i Governi vietassero uso l’uso del glifosato a favore di alternative di lotta biologica.

In Italia è già in vigore il divieto di uso del glifosato nelle aree frequentate dalla popolazione o in "aree vulnerabili" come parchi, giardini, campi sportivi e zone ricreative, aree gioco per bambini, cortili e aree verdi interne a complessi scolastici e strutture sanitarie. Ne è vietato anche l'uso in campagna in pre-raccolta "al solo scopo di ottimizzare il raccolto o la trebbiatura".

Greenpeace è molto critica: “Dieci, sette o cinque anni non cambia nulla, - spiega la responsabile campagna Agricoltura di Greenpeace Italia - non si può dare il via libera a una sostanza che sta inquinando l'ambiente e che è probabilmente cancerogena per gli esseri umani".

“Ora è fondamentale che i nostri europarlamentari mantengano questa posizione di contrarietà al prolungamento dei tempi di utilizzo dell’erbicida anche in caso di rimodulazione della richiesta da parte della Commissione - sottolinea Slow Food -. Chiediamo che affinché tutti i Paesi votino contro qualsiasi rinnovo, occorre che l'Italia e gli altri Stati sensibili intraprendano un'azione diplomatica su chi, come Germania e Portogallo, si è astenuto e su chi, ben 16 Stati, ha addirittura votato a favore”.

Al bando i veleni, sosteniamo il biologico!

Bruxelles, 29 ottobre 2017

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Case in paglia: l'alternativa possibile e sostenibile.

Case in paglia: l'alternativa possibile e sostenibile.

Perchè una casa in paglia conviene.

Dal 2018 a pagamento anche i sacchetti per alimenti sfusi.

Dal 2018 a pagamento anche i sacchetti per alimenti sfusi.

Biodegradabili e da fonti rinnovabili, così dovranno essere anche i sacchetti per lo "sfuso" al supermercato.

Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Slitta ancora il bando definitivo UE al glifosato.

Erbicida potenzialmente cancerogeno, ma in Europa si può ancora usare.

Energia verde: più lavoro, meno inquinamento.

Energia verde: più lavoro, meno inquinamento.

Ognuno di noi potrebbe arrivare a risparmiare 6.500 euro ogni anno se il nostro Paese fosse alimentato esclusivamente da energia rinnovabile, e si ridurrebbero di quasi 50.000 le morti premature causate dall’inquinamento.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

Plastica ovunque, anche nell'acqua che beviamo.

La raccolta differenziata non basta più, servono nuovi materiali.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27