Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Cambiamenti climatici: è allarme.

Cambiamenti climatici: è allarme.

Unica strada: dire addio a petrolio e carbone.

L'IPCC, organismo ONU composto da migliaia di scienziati e considerato la massima autorità scientifica sull'effetto serra e i cambiamenti climatici, ha lanciato un allarme inesorabile e davvero preoccupante: l'uso di carbone e petrolio unito alla deforestazione produrrà cambiamenti climatici devastanti in molte aree del pianeta. Cambiamenti che stanno già presentando il conto anche in Italia, come le recenti alluvioni o i periodi di caldo tropicale come l'estate scorsa.

Si stima in oltre 130 miliardi di dollari il danno economico prodotto nel solo 2010 dagli eventi atmosferici estremi come alluvioni e tempeste.

E sono decine di migliaia le vittime, ogni anno, legate ai disastri ambientali direttamente riconducibili ai cambiamenti climatici.

In assenza di uno stop ai combustibili fossili e alla deforestazione, le ondate di calore che nel 2003 hanno fatto 70 mila morti aggiuntivi in Europa diventeranno più frequenti; entro il 2050 i massimi di temperatura saranno di almeno 3 gradi superiori ai massimi di temperatura del secolo scorso ed entro il 2100 di 5 gradi superiori; le aree aride e semiaride in Africa si espanderanno almeno del 5-8 per cento; si perderà fino all'80 per cento della foresta pluviale amazzonica; la taiga cinese, la tundra siberiana e la tundra canadese saranno seriamente colpite; il Polo Nord diventerà presto navigabile d'estate; la popolazione mondiale sottoposta a un crescente stress idrico passerà dal miliardo attuale a 3 miliardi. Tutto ciò è inaccettabile.

"Lo scenario devastante indicato dall'Ipcc può ancora essere evitato se si punta con decisione sulle energie rinnovabili e sull'efficienza energetica", sostiene Vincenzo Ferrara, climatologo dell'Enea. "È un passaggio complesso ma si può avviare subito a costo zero: basterebbe chiudere il rubinetto degli incentivi che, a livello globale, finanziano con circa 400 miliardi di dollari l'anno i combustibili fossili che minano la stabilità climatica e usare questi fondi per rilanciare le energie pulite".

Non abbiamo scelta: stop al carbone, stop al petrolio, stop alla deforestazione, agisci anche tu con piccole azioni quotidiane!

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Stiamo distruggendo l'Ambiente che ci ospita.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Senza azioni straordinarie, effetti drammatici per ambiente e persone.

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Decrescita, soliderietà, ambiente, energie pulite: la sfida parte dall'UE.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Il presidente dei Medici per l'Ambiente Marfella illustra uno scenario sconfortante.

"Il Po d'AMare": a pesca di rifiuti prima che raggiungano il mare.

Esperimento promosso da Corepla per intercettare il marine litter.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29