Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Decrescita, soliderietà, ambiente, energie pulite: la sfida parte dall'UE.

Oggi e domani 19 settembre si terrà al Parlamento Europeo di Bruxelles la prima Post-Growth Conference, un importantissimo evento promosso da studiosi, ricercatori, università e ONG europei durante il quale si cercherà di convincere UE e Governi nazionali ad abbandonare il modello di sviluppo basato sul PIL e lo sfruttamento indiscriminato delle risorse a favore di uno sviluppo sostenibile, una maggiore equità sociale ed una “decrescita” che non vuole colpire il sistema economico, ma ricostruirlo su basi di solidarietà tra persone ed Ambiente.

Post-Growth significa Post-Crescita: immaginare quindi un mondo che, consapevole dell’impossibilità di una crescita infinita, si basi su un modello di sviluppo dove redistribuzione della ricchezza, attenzione all’Ambiente e alla qualità della vita delle persone costituiscano le nuovi basi per una nuova società, il cui benessere non venga più misurato in termini di PIL (e quindi di denaro), ma in termini di Felicità delle persone.

Potrebbe apparire utopico, ma lo è molto meno di quanto sembri, poiché in realtà l’umanità intera non ha una seconda opzione: le risorse non sono infinite, la crescita sta diventando sempre più difficile da raggiungere e mantenere perché i mercati si saturano, le tecnologie robotiche sostituiranno milioni di lavoratori, e le uniche politiche economiche sono rivolte all’aumento del debito sovrano a favore di un modello di sviluppo che insegue la finanza anziché la felicità delle persone e il rispetto dell’Ambiente.

Un’economia diversa è possibile, un’economia circolare, biologica, energicamente pulita e sostenibile è possibile, ma questa svolta epocale è ostacolata con ogni mezzo dalle potentissime lobby economiche che hanno ovviamente tutto l’interesse nel mantenere lo “status quo” attuale.

L’introduzione di un reddito minimo e di uno massimo, la tassazione spinta, crescente e penalizzante (la famosa Carbon Tax) nei confronti delle aziende che utilizzano e soprattutto producono energie inquinanti, indirizzare le tecnologie di automazione verso la riduzione dell’orario di lavoro e non verso lo smantellamento dei posti stessi a favore dell’accumulo di ricchezza per pochi sono solo alcuni dei punti proposti e affrontati nella conferenza.

Molto importante e strategica anche la proposta di trasformare, a livello UE, il Patto di Stabilità  e Crescita in Patto di Stabilità e Benessere, in modo da spingere i Governi ad adottare politiche a favore dei cittadini (non della finanza),e in grado di soddisfare i bisogni legati alla felicità (non al denaro). Qui tutte le info sull’evento.

Un mondo diverso è possibile, le alternative ci sono: mettiamole in pratica!


Bruxelles, 17 settembre 2018

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Fukushima: 40 anni per lo smantellamento.

Fukushima: 40 anni per lo smantellamento.

Nucleare, l'emergenza infinita.

Deposito Nazionale scorie: dove?

Deposito Nazionale scorie: dove?

Nessuno le vuole, ma la direttiva europea lo impone. 6 Regioni a rischio.

TTIP: ecco i rischi per Ambiente e consumatori.

TTIP: ecco i rischi per Ambiente e consumatori.

Greenpeace Olanda pubblica il testo del negoziato UE-USA

Media CO2 oltre le 400 parti per milione a livello globale.

Media CO2 oltre le 400 parti per milione a livello globale.

Sforato il limite anche in Antartide.

Cementificazione: continua il consumo del suolo.

Cementificazione: continua il consumo del suolo.

Conto salato con cemento al posto del verde.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29