Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Più di un morto ogni giorno a causa del carbone.

Più di un morto ogni giorno a causa del carbone.

I costi ambientali invisibili del carbone.

Dati assai gravi sono quelli che emergono da una proiezione della Fondazione Somo per Greenpeace: in Italia 366 morti all'anno sono riconducibili all'utilizzo di centrali a carbone, e altri 100 se ne devono aggiungere se si considerano anche le emissioni inquinanti prodotte da centrali che utilizzano fonti fossili. Ma non finisce qui: i danni economici associati a quelle stesse emissioni sono vicini ai 2,4 miliardi di euro.

Enel non sembra però intenzionata a cedere sull'utilizzo e addirittura lo sviluppo di tecnologie inquinanti: l'AD dell'azienda energetica nazionale ha infatti dichiarato senza mezze misure che è necessario "correggere le forme di incentivi per le fonti rinnovabili, calibrando meglio i sussidi nel prossimo decreto allo studio del governo nazionale, per dare impulso ad altre filiere (carbone, olio combustibile, ecc)". Quasi paradossale.

Ma quali sono i costi, oltre che in termini di inquinamento? Sono costi per l'agricoltura, l'inquinamento dell'aria, le emissioni di CO2 e quindi la salute dei cittadini, voci che non compaiono ovviamente nei bilanci di Enel ma che sono a carico della collettività e dell'ecosistema nel suo complesso.

A certificare i dati è anche uno studio dell'Agenzia per l'Ambiente dell'Unione Europea, che ha individuato i 20 impianti di produzione energetica più inquinanti in Europa: in Italia, il "primato" va a Brindisi, città nella quale l'impianto a carbone deve sostenere costi esterni pari a 707 milioni di euro, una cifra superiore ai profitti stessi della centrale. Anche questo appare paradossale.

Profitti ottenuti con un prezzo altissimo nei confronti dell'ambiente circostante e della salute dei cittadini. Estendendo la ricerca a tutti gli impianti a carbone italiani, i costi esterni stimati arrivano a 1,7 miliardi di euro, equivalenti a oltre il 40% dell'utile consolidato che Enel ha ottenuto a livello globale.

Roma, 30 aprile 2012

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Stiamo distruggendo l'Ambiente che ci ospita.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Senza azioni straordinarie, effetti drammatici per ambiente e persone.

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Decrescita, soliderietà, ambiente, energie pulite: la sfida parte dall'UE.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Il presidente dei Medici per l'Ambiente Marfella illustra uno scenario sconfortante.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29