Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

Risparmio energetico ed energia pulita: funzionano.

Scopri il risparmio energetico.

Quello che dobbiamo fare è democratizzare l'energia. La terza rivoluzione industriale significa dare potere alle persone e per la generazione cresciuta con la Rete questo è la conclusione e il completamento di questa rivoluzione, proprio come ora parliamo in Internet, centinaia di persone sono in Internet, ed è tutto gratuito, e questi possono creare il più grande, decentralizzato, network televisivo, open source, condiviso … perché non possiamo farlo con l'energia ?

Jeremy Rifkin

 

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Pile e RAEE: raccolta in aumento.

Pile e RAEE: raccolta in aumento.

Crescono i quantitativi, ma obiettivi europei ancora lontani.

31,8%: è questa la quota di pile ed accumulatori raccolti in Italia nel 2013, con un incremento del 4% rispetto al 2012.

Il dato, in sé positivo, è però ancora inferiore agli obiettivi europei: nonostante il settore registri una forte crescita relativamente alla rete di raccolta, vedendo triplicati gli esercizi commerciali che offrono il servizio con una rete di 1678 punti e un incremento da 1069 a 1553 dei centri comunali di raccolta, i parametri al 50% di Bruxelles appaiono lontani.

Pile, accumulatori e scarti elettronici, il cosiddetto e-waste, sono un settore di rifiuti in rapida crescita: è stato calcolato che se si caricassero i rifiuti tecnologici che ognuno di noi getta nel corso di un anno su Tir da 40 tonnellate, i camion formerebbero una fila lunga tre quarti dell'equatore.

Questi sono i numeri contenuti nel rapporto Solving the E-Waste Problem (StEP) Initiative, un'iniziativa promossa dalle Nazioni Unite.

I 7 miliardi di persone che popolano la Terra, gettano mediamente ognuno 7 chili di pile e rifiuti elettrici ed elettronici all'anno, per un totale vicino ai 50 milioni di tonnellate.

Nei prossimi cinque anni è inoltre prevista una crescita del 35%, il che significa che verranno prodotti 65 milioni di tonnellate di rifiuti hi-tech: l'equivalente di 200 grattacieli come l'Empire State Buildings.

L’inquinamento prodotto da questi rifiuti è molto pericoloso e impattante per l’ambiente: è quindi importantissimo riciclarli e smaltirli correttamente: informati presso il tuo comune per conoscere i punti raccolta del tuo territorio!

Ma c’è anche un altro aspetto: in alcuni Paesi africani, esiste un vero e proprio mercato illegale dei rifiuti da RAEE e di pile e accumulatori elettrici, un mercato sciagurato che determina conseguenze drammatiche per il territorio e le persone che vi abitano. Riciclare correttamente questi rifiuti significa quindi, oltre a limitare l’export illegale, anche sviluppare un settore davvero strategico per l’occupazione: con uno stanziamento di 3 miliardi di euro, l’Europa conta infatti di arrivare a fatturare 300 milioni di euro/anno entro 7 anni.

Riusa, recupera, ricicla!

Italia, 23 maggio 2014

Le altre novità dal mondo dell'ecologia e sui temi ambientali

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Report Natura WWF 2018: dati drammatici ed incredibili

Stiamo distruggendo l'Ambiente che ci ospita.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Riscaldamento globale: fermare l'aumento della temperatura non è un'opzione.

Senza azioni straordinarie, effetti drammatici per ambiente e persone.

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Post-Growth: a Bruxelles una proposta concreta per un nuovo modello di sviluppo

Decrescita, soliderietà, ambiente, energie pulite: la sfida parte dall'UE.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Roghi di rifiuti tossici e industriali: mancano controlli e leggi adeguate.

Il presidente dei Medici per l'Ambiente Marfella illustra uno scenario sconfortante.

"Il Po d'AMare": a pesca di rifiuti prima che raggiungano il mare.

Esperimento promosso da Corepla per intercettare il marine litter.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29