COVID19: COSA CI INSEGNA, COSA DOBBIAMO IMPARARE

Durante il lockdown abbiamo visto con meraviglia le immagini della Natura che riprendeva i propri spazi.

Proteggere questa meraviglia, la nostra casa, spetta a ciascuno di noi.

Purtroppo, sembra però che non si aspetti altro che la pandemia termini per ritornare a fare tutto quello che si faceva prima, per ritornare "alla normalità": nulla di più sbagliato, nulla di più lontano dall'aver compreso il messaggio che la Natura ci sta lanciando.

 

E il messaggio è questo: il nostro sistema di sviluppo non è sostenible.

Sono bastati 3 mesi a dimostrare che l'Ambiente in cui vivevamo fino al febbraio 2020 era semplicemente inquinato, se ancora ce ne fosse stato il bisogno o qualcuno ancora lo negasse.

 

Sistema che non è mai stato sostenibile, come ormai è chiaro agli scienziati e a tutte  le realtà che negli anni hanno denunciato e dimostrato che un sistema economico basato sui combustibili fossili e sull'illusione di una crescita infinita è semplicemente contro la Natura.

I cambiamenti climatici e i devastanti danni che gli stessi stanno procurando in ogni angolo del pianeta sono lì a dimostrarlo.

 

La tragedia che sta investendo l'umanità può però essere l'ultima occasione per voltare davvero pagina, ma i colossi del petrolio e, purtroppo, della finanaza (le stesse banche dove noi versiamo i nostri soldi o con le quali accendiamo mutui per le nostre case) insistono incredibilmente ad investire sui combustibili fossili.

Non sentono il grido della Natura, ma sentono molto bene il richiamo del profitto ad ogni costo.

Questa è davvero l'ultima possibilità, margini non ne esistono più: se non invertiremo la rotta da domani, in futuro sarà impossibile avviare un processo radicale di trasformazione della nostra società da un modello che ha mostrato, in questi mesi, tutte le contraddizioni e i problemi che lo contraddistinguono, ad un modello in equilibrio tra uomo e Natura.

Se c'è una cosa che questa pandemia ha dimostrato, è che se c'è una reale volontà si possono reperire risorse economiche immense: non è vero dunque quello che hanno raccontato, come un mantra, in tutti gli anni che abbiamo alle spalle, e cioè che "non ci sono soldi, non ci sono risorse".

Davanti all'emergenza, al pericolo, davanti ad un nemico reale le risorse sono state trovate.

Basta volerlo, ma volerlo davvero.

Nell'ultimo Decreto Rilancio, ci sono segnali di sostegno all'economia green, ma sono ancora troppo modesti: è necessaria una spinta maggiore verso le energie rinnovabili, incentivandone ancor più l'utilizzo e scaricando tutti i costi sulle realtà inquinanti, che si tratti di mobilità, lavoro, agricoltura o industria.

Spazio all'economia green, circolare, al risparmio energetico e al rispetto prioritario del pianeta che ci ospita!

2020 | Meg srl Tecnologie per l'Ambiente Costruzioni Meccaniche

Sede legale: via 11 Settembre 8, 37035 San Giovanni Ilarione (VR)

P.iva/C.F. 03499710238