Raccolta differenziata

EcoDizionario

A | B | C | D | E | F | G | H | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | W

I termini ecologici più utilizzati, ma anche quelli meno comuni, le associazioni, le organizzazioni che operano per l'ambiente, le sigle principali.

Le tecnologie verdi, le tipologie di rifiuto e tante altre informazioni: scopri l'ecodizionario, il dizionario ecologico che ti aiuta a diventare più verde!

I temi "caldi": raccolta differenziata, Cip6, risparmio energetico, casa ecologica, certificazione energetica.

  • Casa in paglia, Casa ecologica, bioedilizia
  • Certificazione energetica, conto energia
  • Discarica, percolato, come funziona una moderna discarica
  • Raccolta differenziata
  • Risparmio energetico
  • ambientale
  • Energie rinnovabili, enrgia solare, fotovoltaico
  • Inceneritore, come funziona, danni alla salute
  • Cip6, cose'è, come funziona
  • Cambiamenti climatici, riscaldamento globale
  • Combustibili fossili, petrolio in Italia, carbone
  • Biozeta concimi naturali biologici
Fabbisogno energetico in Italia

Fabbisogno energetico in Italia

Fabbisogno elettrico in Italia


In Italia i consumi elettrici sono stati nel 2015 pari a 315,2 miliardi di kWh (315,2 GWh). Questo dato contiene anche la parte di energia elettrica importata dall'estero, che incide per il 14,7% (circa 45 GWh) e la quota energia dispersa in rete equivalente a circa il 5%.

Tale dato è detto anche "consumo o fabbisogno nazionale lordo", e corrisponde all'energia elettrica di cui ha bisogno l'Italia per far funzionare tutti gli impianti, strumenti o mezzi alimentati ad energia elettrica.


Rispetto al 2014, il 2015 ha registrato, per la prima volta da tre anni, un aumento della richiesta pari all'1,5%, attribuibile in buona parte alle condizioni climatiche molto calde.

Nel 2015 la composizione percentuale delle fonti energetiche impiegate per la copertura della domanda è stata determinata con il 60,2% di produzione da combustibili fossili  e il 39,8% da fonti rinnovabili (energia eolica, idroelettrica, solare , geotermica e biomasse). Anche nel 2015 L'Italia è risultato il primo Paese al mondo per importazione netta di energia elettrica, l'80% circa della quale proviene da Svizzera e Francia. Di questo 80%, il 40% di parte "svizzera" e l'87% di parte "francese" è di origine nucleare: quindi, l'Italia importa energia nucleare per una percentuale compresa tra il 6 e il 7% del proprio fabbisogno. L'Italia è il paese europeo (sesto al mondo) maggiormente dipendente dal petrolio per la produzione di energia elettrica.


La dipendenza energetica dall'estero è molto alta e simile a quella di molti altri paesi occidentali, e ci pone come il quarto Paese importarore di petrolio al mondo e il nono per quanto riguarda il carbone. Il fabbisogno energetico italiano è comunque fortemente dipendente dal petrolio e dal gas solo per quanto riguarda il settore dei trasporti, mentre è marginale la quota nel settore della produzione dell'energia elettrica.


(Ultimo aggiornamento febbraio 2016)

  Archivio news ambientali.

300 MW di fotovoltaico in Francia

300 MW di fotovoltaico in Francia

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Nucleare, pericoloso e contro il referendum

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

L'80% degli Italiani dice no al nucleare

Ambiente e Ecologia, Risparmio energetico

1 2 3 4